Laboratori - Workshops

Orto e Sostenibilità

NUOVO! Tra i nostri City Arts per l'autunno anche il primo corso di Orto e sostenibilità presso l'orto comunitario del Siena Art Institute.

Disponibili borse di studio per studenti grazie al contributo di Fondazione Mps. 25 ore di corso equivalgono a 1 CFU previa approvazione del Dipartimento Unisi competente.

Iscrizioni entro il 29 settembre.  Per info e iscrizioni: office@sienaart.org

Docente: Bernardo Giorgi

Corso di 10 lezioni di 2 ore ciascuna
Frequenza: una lezione settimanale

Orario: martedì dalle 15:30 alle 17:30
SIENA ART INSTITUTE si riserva il diritto di apportare modifiche alle date sopra indicate.


DESCRIZIONE DEL CORSO

Promuovere l’attività orticola in città al fine di garantire la conservazione degli ambienti in cui viviamo, attraverso le tecniche di agricoltura rigenerativa e biodinamica.

Trascorrere il tempo libero e produrre alimenti sani.  
Sostenibilità: parola vuota o troppo ricca di significati? “[…] sta diventando sempre più evidente che i problemi cruciali del nostro tempo 
– energia, ambiente, cambiamento climatico, sicurezza alimentare, sicurezza finanziaria – non possono essere studiati e capiti separatamente, in quanto sono problemi sistemici, vale a dire sono tutti interconnessi e interdipendenti” (Fritjof Capra e Hazel Henderson, Crescita qualitativa. Per un’economia ecologicamente sostenibile e socialmente equa, Aboca, 2009).La sostenibilità riguarda quindi numerosissimi aspetti della vita della popolazione mondiale; basti pensare che l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, sottoscritta nel 2015 da 193 paesi membri dell’ONU, prevede 17 obiettivi per un totale di 169 traguardi (https://www.unric.org/it/ agenda-2030) da raggiungere entro il 2030.
Questa parola – sostenibilità – così ricca di riferimenti, non ci deve spaventare, anzi, ci deve far sentire coinvolti poiché riguarda tutti noi e tutti possiamo e dobbiamo fare qualcosa per restituirle il pieno significato: e ciò è possibile prima di tutto informandosi per diventare consapevoli, e poi sperimentando e applicando buone pratiche, condividendo esperienze e educando. Inoltre, come ci ricordano ancora Capra e Henderson “L’evoluzione non è più concepita come una lotta competitiva per l’esistenza, ma semmai come una coreografia collettiva in cui le forze trainanti sono la creatività e la costante introduzione di innovazione”.
Da dove cominciare?

Orti, giardini e balconi ci offrono un’ottima possibilità per fare la nostra parte nel cambiamento.
Coltivare è un atto culturale, e coltivare un orto o un giardino è la massima espressione della cultura agronomica sviluppata dall’uomo. (Clauser/Battiata).

REQUISITI NECESSARI

Non è richiesto un livello di preparazione minima, solo buona volontà e spirito selvatico per saper osservare e sentire il paesaggio emotivo.


MATERIALI PER IL CORSO

I partecipanti si devono presentare muniti di abiti da lavoro, guanti e taccuino.    

I materiali per il corso verranno forniti durante le lezioni.

Alla fine del corso, su richiesta, verrà rilasciato un attestato di frequenza.

* il corso si attiverà con un minimo di 6 iscritti.

Bernardo Giorgi

L’arte diviene strumento di indagine ed ha come obiettivi principali l’uomo e il suo rapporto con l’ambiente.  Bernardo ha lavorato dalla fine degli anni novanta come artista, alla ricerca d’identità del territorio per mezzo dell’arte, intervenendo con opere non invasive, in sintonia con l’ambiente ospitante. Il concetto di natura, di luogo, è fondamentale nel suo lavoro. E' un viaggio attraverso i territori dell’arte in una continua messa in discussione dei limiti e dei confini, la sua è una ricerca dal respiro ampio, ricostruzione di identità polifoniche mai ferme a se stesse. In particolare sui territori di frontiera attraverso opere fotografiche, video, interviste, siti internet; nel 1999 è lungo la linea di confine polacco-tedesca, da Zittau fino al mare del Nord, per il Borders Project, percorso che ha originato un intenso scambio di culture e sperimentazioni artistiche diverse. Nel 2000 lavora sulle frontiere linguistiche intercantonali in Svizzera. Nel 2002 Between Dresden & Prague. Poi fino alla Mongolia in transiberiana in Cina.

Nell'ultimi anni grazie al progetto “Patterns” (Patterns Istanbul – dalla mappa all'abito”, Ufficio Arti e Mestieri della Municipalità di Istanbul ISMEK)  ed il gruppo Permacultura Siena, ho approfondito attività con modalità di tipo partecipativo, nell'ambito della sostenibilità, l'agricoltura, l'animazione territoriale, della sensibilizzazione e diffusione di conoscenza su tematiche di carattere ambientale e sociale, dell’arte pubblica (riflessione e trasformazione sociale attraverso l’arte o metodi creativi: dalla cartografia all'abito/abitare).


Come artista (professionista) ha lavorato presso gallerie e musei a livello internazionale. Come contadino fa il pane e svolge l’attività agricola a fini di autoconsumo

Collabora come Instructor al corso di Art and Society presso il Siena Art Institute/Il Punto.   

Bernardo Giorgi nasce a Camerino nel 1967, ha vissuto per molti anni a Berlino. Attualmente vive e lavora Siena.

Sart life