StARTers

Program

Tuesday evenings at 6.00 pm, free entrance, followed by refreshments.
Tutti i martedì, ore 18.00, ingresso libero, con aperitivo finale.

A series of conversations with artists and creative professionals of international repute explores art as an inventive process, meeting of experiences, a tool for change.

Una serie di chiacchierate con artisti e personalità del mondo della cultura di respiro internazionale racconta l’arte come processo creativo, incontro di esperienze, strumento di cambiamento. 

26.09 - Siena Art Institute

Joan Larkin

Writer / Scrittrice

Click to enlarge

American writer Joan Larkin is currently writer-in-residence at the Siena Art Institute. For stARTers, she will share with the public a reading of recent poetry as well as a discussion of her writing process and evolving themes.

Joan Larkin è una scrittrice americana, attualmente in residenza al Siena Art Institute. Per stARTers, condividerà col pubblico la lettura di una sua poesia recente e parlerà del suo processo creativo e dei temi, sempre in evoluzione, al centro delle sue opere.

*Presentation in English / Presentazione in inglese

http://www.joanlarkin.com/

03.10 - Siena Art Institute

Anna Rose

Visual artist/ artista visiva

Click to enlarge

Anna Rose is a visual artist living in Florence, working across various media including video, photography and installation. She will present recent works and discuss how her personal practice runs parallel to and often overlaps her work in the Florence arts community as the co-founder of the cultural association Creative People in Florence.

Anna Rose (b. 1982, Massachusetts, USA) has lived and worked in Florence, Italy since 2004. She received her MFA from San Francisco Art Institute in 2014. Her work spans photography, video, costume and installation with a sensibility towards the relationship between body and environment, entering into conversation with historical, psychological, and cultural mythologies of place.

Recent exhibitions include Party of One, Maidoff Gallery, Florence (2017), Come up to my room, Toronto, Canada 2017; TU35 Firenze – Geografie dell'arte emergente in Toscana, Prato 2016; Inside Lottozero, Prato 2016; Hair Picnic, Das KloHäuschen, Munich, Germany, 2015; Apres Coup Dischiusure, TAI-Tuscan Art Industry, Prato, Italy. 2015, The Image 101, Periscope, Salzburg, Austria, 2015; Performing Mythologies, Colorado Photographic Art Center, Denver (CO), USA;Arrêts sur images, Casa Masaccio Arte Contemporanea, San Giovanni Valdarno, Italy, 2014.  She has also been invited as an artist in residence in Iceland (Gamli Skoli, 2014), Hungary (D’Clinic, 2015), and Toronto (Artscape, 2017).

https://annamrose.com/

10.10 - Siena Art Institute

Alessandra Tempesti

Textile designer

Click to enlarge

Martedì 10 ottobre 2017, Via Tommaso Pendola 37, Siena

Benvenuti al prossimo incontro del ciclo StARTers – Assaggi d’Arte, conversazioni aperte al pubblico con esponenti della cultura contemporanea italiana e internazionale!

Questo martedì il Siena Art Institute ospiterà Alessandra Tempesti, curatrice responsabile della Kunsthalle di LOTTOZERO/textile laboratories, e Arianna Moroder, imprenditrice e ideatrice di Lottozero. L’evento, realizzato con il contributo di Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura, è a ingresso libero e si concluderà con un aperitivo.

INGRESSO LIBERO
PRESENTAZIONE IN ITALIANO E INGLESE

A freelance textile designer, based in Prato, Alessandra Tempesti creates prints for fashion designers and fashion brands. As a consultant and designer she works on projects from sketches and concepts to the final projects in production.

Presentation in Italian with synopsis in English / Presentazione in italiano con riassunto in inglese.

https://www.lottozero.org/

https://www.alessandratempesti.com/

17.10 - Siena Art Institute

Federico Vianello

Visual artist/ artista visivo

Click to enlarge

Federico Vianello: orafo, designer, didatta e operatore visivo. Da molti anni affianca alla produzione e progettazione orafa artigianale di qualità la ricerca sperimentale in ambio contemporaneo. Presentazione in italiano. Ingresso libero. Realizzato con il contributo della Regione Toscana.  17 ottobre ore 18.00  

Federico Vianello: goldsmith, designer, educator and visual artist. For many years he has been combining high-quality artisanal goldsmithing production and design with experimental research in a contemporary context. Presentation in Italian. Free entry. Realized with the contribution of the Region of Tuscany.  October 17th 2017 at 6pm

======

Il Puro e l’Impuro, il Giocoso e il Serioso, il vuoto e il pieno.

Come un filosofo amo ricercare nelle infinite coppie d’opposti che ci circondano e che nel con-fine trovano la giusta tensione.

La costante (…come la coerente/incoerenza) del mio lavoro, è dunque in questa tensione o in questo pre-testo al racconto.

Ricerco dunque un ‘segno’ dell’Umano (…e il segno della mano) dove è possibile trovare e riprovare emozioni profonde, emozioni che possono talvolta condurci ad un consumo più consapevole.”

Federico Vianello, è nato a Venezia nel 1957, ma vive e lavora a Firenze da più di vent’anni.

La sua formazione da autodidatta lo ha portato ad acquisire competenze e capacità lavorative specifiche ma diversificate: orafo, designer, didatta, e operatore visivo. Da molti anni affianca alla produzione e progettazione orafa artigianale di qualità la ricerca sperimentale in ambio contemporaneo nonché la collaborazione come docente con scuole private e con l’Università degli Studi di Firenze, insegnando tecnologia orafa e laboratorio a vari livelli.

La sua produzione nel campo dell’oreficeria privilegia il pezzo unico, ma la conoscenza delle nuove tecnologie rende più significativa e mirata ogni scelta tecnico-espressiva. Pur avendo acquisito una capacità manuale degna dell’antica tradizione orafa rinascimentale, Federico Vianello si muove fra gli stimoli della contemporaneità elaborandone motivi e temi. Refrattario ad ogni classificazione categorica non ama definirsi: fa del gioco una cosa seria e giocosamente elabora interrogativi filosofici in opere dai titoli curiosi, che cercano un’interazione nella triangolazione creatore-oggetto-fruitore che, al di là di tanta facile retorica moderna, può essere ancora espressione della ricerca di un’etica-poetica più autentica.

Alcuni suoi gioielli fanno parte della collezione permanente del Museo degli Argenti di Palazzo Pitti a Firenze, altri sono stati pubblicati in riviste e libri anche internazionali.

Statement:

Tesi e antitesi: tutto è casuale/nulla è casuale? E’ lo spazio fra le cose che mi intriga.

… E così con sottile ironia - e talvolta con giochi di parole –accompagno l’attimo che mi accompagna lasciando alle mani (ma anche al pensiero) piena libertà di azione.

Federico Vianello

24.10 - Siena Art Institute

Kathy Butterly

Visual artist/ artista visiva

Click to enlarge

Kathy Butterly + Open Studio

Looking Back & Looking Forward: American ceramics artist Kathy Butterly will discuss the evolution of her work, some of her influences and why she keeps finding making art essential. She will discuss the importance of color in her work and its importance to conveying meaning both formally and emotively. Followed by an Open Studio with work-in-progress created during the autumn by the young artists at the Siena Art Institute & Siena School for Liberal Arts. Presentation in English.

Guardando indietro e guardando in avanti: la ceramista americana Kathy Butterly spiegherà l’evoluzione delle sue opere, alcune delle sue influenze e perché continua a trovare arte essenziale. Discuterà l’importanza del colore nel suo lavoro e la sua importanza per trasmettere significato sia formalmente che emotivamente. Di seguito sarà un Open Studio mostrando i lavori in corso creati durante l’autunno dai giovani artisti del Siena Art Institute & Siena School for Liberal Arts. Presentazione in inglese.

*Presentation in English / Presentazione in inglese

http://www.kathybutterly.com/

07.11 - Siena Art Institute

Daniela Neri

Photographer/ fotografa

Click to enlarge

Daniela Neri
La fotografa Daniela Neri presenta il progetto ancora in corso “La valigia
digitale”, che raccoglie le storie ed esperienze di vita dei migranti che sono venuti in Italia attraverso foto, video e registrazioni audio raccolte nel corso dei loro viaggi. Presentazione in italiano con riassunto in inglese.


Photographer Daniela Neri presents an excerpt from the ongoing project “Digital Suitcase,” who gathers the stores and life experiences of migrants who have come to Italy through the photos, videos, and audio recordings they have gathered along their journeys.
In Italian with synopsis in English. Free and open to the public.

14.11 - Siena Art Institute

21.11 - Siena Art Institute

Paolo Fanciullacci

Esperto di musica antica, esecutore e costruttore del cornetto/ Expert in ancient music, cornetto builder and restorer

Click to enlarge

"In Venezia si fanno hoggi i meglio che vadino attorno" (Vincenzo Galilei, 1581)
Il cornetto e la sua costruzione


Oggetto della conversazione è il cornetto, lo strumento a fiato che ha avuto la sua età dell’oro tra Cinque e Seicento, prima in Italia e poi in tutta Europa. È uno strumento di legno ricoperto di pergamena, con fori simili a quelli del flauto, e dotato di bocchino, attraverso il quale si fanno vibrare le labbra per produrre il suono. Il suo timbro unico, la sua agilità e versatilità espressiva lo hanno reso uno degli strumenti emblematici del repertorio di autori come Castello, Gabrieli, Monteverdi.
Con la partecipazione di Andrea Inghisciano al cornetto e Anais Chen al violino

Presentazione in italiano con breve riassunto in inglese.


Paolo Fanciullacci - Dopo aver studiato tromba e contrabbasso l’interesse per la musica antica lo ha portato verso la pratica del cornetto, del quale è stato affermato esecutore. Alla fine degli anni Settanta inizia ad interessarsi di arte organaria e liuteria e nel 1980 costruisce il suo primo cornetto. Da allora ha realizzato copie di cornetti storici, rilevando le misure da esemplari originali, conservati in vari musei e collezioni private italiane ed estere, e basando le sue ricerche sulla trattatistica dell’epoca, per quanto attiene i vari aspetti della costruzione. Nello stesso tempo, rispondendo alle esigenze degli strumentisti contemporanei, ha realizzato esemplari adattati ai diapason moderni. I suoi strumenti sono utilizzati da molti dei più affermati strumentisti. Attualmente collabora con Andrea Inghisciano e Josuè Melendez, tra i più affermati interpreti del momento, in un progetto di studio e ricerca sugli esemplari originali.Ha seguito numerosi seminari di cornetto con B. Dickey, di prassi esecutiva tra gli altri con G. Leonhardt, T. Koopman, L.F. Tagliavini, e ha studiato canto con K. Gamberucci.Svolge un’intensa attività concertistica, in passato come cornettista, e attualmente come cantante con affermati ensemble specializzati nella musica antica come Musica Fiata KölnL’Accademia Strumentale ItalianaLa Cappella Musicale di San Petronio di Bologna, Il Concerto ItalianoLa Radio Svizzera Italiana. Attualmente collabora, tra gli altri, con L’Homme ArméModo AntiquoOdhecaton, esibendosi in Europa, U.S.A. e Corea del Sud.Ha inciso per le case discografiche Arcana, Armonia Mundi, Sonitus, Sony, Stradivarius, Tactus ed altre.Nel 2000 ha dato vita a Il Concerto delle ocarine, Settimino storico che prende il nome dall’omonimo gruppo costituito a Budrio (Bologna), verso la metà dell’Ottocento, con il quale ha svolto una tournée in Corea del Sud.

05.12 - Siena Art Institute

Guido Burchi

Musicologist / Musicologo

Click to enlarge

Puccini, italiano e internazionale Momenti singolari nella storia della musica raccontati dall’eminente musicologo italiano Guido Burchi, tra aneddotica e rigore accademico.  Presentazione in italiano.

Singular moments in the history of music, as told by the immenent Italian musicologist, Guido Burchi, from anectodes and academic rigor. Puccini, italian and international. Presentation in Italian.

12.12 - Siena Art Institute

Floren.art

itinerari di arte e artigianato a Siena / itineraries of art and craft in Siena

Click to enlarge

Floren.art - Rinascimento digitale per la sostenibilità del contemporaneo

(English text below)

Siena, 12 Dicembre 2017, ore 17.30. L'artista Bernardo Giorgi condurrà una passeggiata attraverso il centro storico di Siena, da Piazza Tolomei a Castelvecchio. La missione? Scoprire gli antichi mestieri, le pratiche tradizionali e gli artigiani del territorio attraverso gli occhi di un artista contemporaneo.

NUM. MASSIMO PARTECIPANTI: 10
PARTECIPAZIONE GRATUITA - Richiesta prenotazione entro e non oltre lunedì 11 dicembre alle ore 12.00.
Punto di ritrovo: Piazza Tolomei. Punto di arrivo: Siena Art Institute, Via Tommaso Pendola 37.

Per prenotazioni e informazioni contattare il num. 0577 226607 o scrivere a projects@sienaart.org.

Evento realizzato con il contributo di Sillumina - copia digitale per i giovani, per la cultura.

===

Special Event: Floren.art - Digital Renaissance for the sustainability of the contemporary

Siena, 12 December 2017, 5.30 pm The artist Bernardo Giorgi will take a walk through the historic center of Siena, from Piazza Tolomei to Castelvecchio. The mission? Discover the ancient trades, traditional practices and local artisans through the eyes of a contemporary artist.

NUM. MAXIMUM PARTICIPANTS: 10
FREE PARTICIPATION - Booking request no later than Monday 11 December at 12.00.
Meeting point: Piazza Tolomei. Arrival point: Siena Art Institute, Via Tommaso Pendola 37.

For reservations and information contact the num. 0577 226607 or write to projects@sienaart.org.

Event realized with the contribution of Sillumina - copia digitale per i giovani, per la cultura.

#Sillumina #Florenart #SienaArt #SSLA

Sart life

  • Promo Siena Art Institute

  • Student Experiences - Fall 2015 (Michalis Fountedakis, Themis Istatiadis)

  • Angela Dufresne - Visiting Artist, january 2015

  • Brandeis in Siena